Il settore sanitario: come mantenere una buona reputazione online come professionista della salute?

Il settore sanitario è una delle aree più vulnerabili alle crisi di reputazione online. Ciò è dovuto principalmente all'insoddisfazione dei pazienti. 

In questo senso, è abbastanza normale che un lavoro non possa sempre essere adattato ai desideri del paziente, poiché ci sono molti fattori che influenzano e limitano le tecniche dei professionisti. 

Tuttavia, molti pazienti non comprendono i molti aspetti che devono essere presi in considerazione, concentrandosi semplicemente sul fatto che il risultato non corrisponde perfettamente all'idea che avevano.

Tuttavia, Questa realtà non deve scoraggiare i professionisti, perché mantenere una buona reputazione o migliorare una cattiva reputazione è possibile con un po' di pazienza.

L'esperienza in questo settore dimostra che la cosa più importante è il contenuto, sia positivo che negativo.. In questo modo, una singola critica può essere un'infatuazione e l'inizio di molte altre, poiché la sua comparsa significa rompere il ghiaccio per molti altri. 

Pertanto, per mantenere forte la nostra reputazione online ed evitare un possibile crollo, dobbiamo concentrarci sulla creazione di contenuti positivi che servano a distogliere l'attenzione da quelli negativi.

SITO WEB PROFESSIONALE CON BLOG 

Come professionista, è di estrema importanza avere un sito web professionale. dove potrà vedere la nostra storia, i nostri valori, la nostra traiettoria, le nostre testimonianze... oltre ai servizi che offriamo.

Un sito web professionale è essenziale perché è molto facile da ottimizzare e posizionare nei risultati dei motori di ricerca, e basta un po' di lavoro SEO.

Anche avere un blog sul sito web è un aspetto importante, poiché il contenuto che creiamo in questo blog aiuterà a posizionare la pagina in modo più rapido ed efficace. 

COLLABORAZIONI E COMUNICATI STAMPA 

Un altro passo fondamentale nel settore sono le partnership e i comunicati stampa.  

In questo senso, si tratta di pubblicare articoli su diversi media e portali web del settore sanitario, come riviste mediche o blog.

Questo non solo aiuterà il professionista a farsi conoscere molto meglio, ma implica anche una linkbuildingL'obiettivo è collegare il sito web professionale e i social network del professionista con queste pubblicazioni, generando un flusso di visite ai contenuti positivi e aiutandolo a posizionarsi sul mercato.

PROFILI DI SOCIAL MEDIA 

Come abbiamo già anticipato, ogni professionista dovrebbe anche avere dei profili sui principali social network come LinkedIn, Instagram e Facebook, oltre che su quei portali web o directory del settore sanitario. 

Quindi, I social network non sono solo utili per mostrare il nostro lavoro, i risultati e i pazienti soddisfatti, ma permettono anche di creare legami con potenziali futuri pazienti, in quanto sono attualmente i primi canali di comunicazione.

INTERAGIRE 

Ultimo ma non meno importante è l'interazione con i nostri pazienti e gli spettatori. 

Dobbiamo rispondere e comunicare nel modo più appropriato, sia per una domanda procedurale che per un semplice commento. in un post su Instagram. 

È ovvio che, nel caso dei social network, se riceviamo molti commenti o reazioni, non dobbiamo rispondere assolutamente a tutti, ma dobbiamo rispondere ad alcuni di essi. 

Questa interazione genererà non solo una buona immagine del professionista, ma anche una sensazione di fiducia e di vicinanza, sentimenti molto apprezzati dai pazienti e dal settore sanitario in generale. 

Condividi:

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItaliano
Immediatamente online

E scelga quali contenuti negativi vuole rimuovere

Aprire la chat
Ha bisogno di aiuto?
Ciao 👋
Come possiamo aiutarla?