Crisi reputazionale: grandi esempi

Molte aziende, a un certo punto, hanno subito una crisi di reputazione. 

In queste situazioni, La velocità d'azione è essenziale, così come una buona gestione degli errori.

Ecco alcuni esempi di crisi reputazionali e di come sono state gestite. 

NESTLÉ 

Più di 10 anni fa, questo grande marchio ha avuto una crisi di reputazione sui social media in seguito alla pubblicazione di un video di Greenpeace che denunciava l'utilizzo di olio di palma nelle barrette Kit Kat. 

Questo video ha suscitato grande scalpore sui network, con un gran numero di commenti da parte dei consumatori. 

La reazione di Nestlé è stata quella di rimuovere il video pubblicato, così come tutti i commenti che affrontavano la questione, scatenando un grande attacco da parte degli utenti. 

In seguito, ha lanciato una dichiarazione ufficiale che definisce gli obiettivi ambientali, oltre a rinnovare la sua strategia di marketing e comunicazione, aiutandola a recuperare la sua reputazione. 

ARIA EUROPA 

Questa compagnia aerea ha avuto un problema di reputazione a seguito di una dichiarazione fatta sui network da un utente. 

In particolare, le è stata negata la possibilità di viaggiare da sola perché aveva una disabilità e doveva viaggiare con un accompagnatore. 

Questa pubblicazione ha avuto un grande impatto sulle reti, dove migliaia di persone hanno criticato le azioni della compagnia aerea. 

Da parte sua, Air Europa ha ribadito la sua decisione, rispondendo al denunciante con le condizioni del suo servizio e le sue regole. 

Questa risposta non ha fatto altro che aggiungere benzina al fuoco e le critiche sono continuate. 

Tuttavia, la compagnia aerea ha optato per il silenzio, senza fornire alcuna soluzione alla situazione del passeggero. 

INDICE 

Nonostante sia il gruppo tessile più grande e più conosciuto, ha anche subito una piccola crisi di reputazione. 

Questa crisi è stata innescata da un presunto plagio, che ha portato alla perdita di credibilità dell'azienda. 

Tuttavia, Inditex ha reagito rapidamente, rimuovendo i disegni plagiati dal mercato e scusandosi pubblicamente. 

RYANAIR 

Infine, vale la pena di menzionare la crisi di reputazione di Ryanair a causa di un atteggiamento razzista dei passeggeri. 

In particolare, un passeggero ha iniziato a insultare un'altra passeggera a causa del suo colore della pelle e del suo accento, comportamento che è stato ignorato dall'equipaggio dell'aereo. 

Sono arrivati persino a cambiare il posto della donna, senza intervenire sull'altro passeggero. 

Tutto questo è stato registrato da altri passeggeri ed è diventato virale sui social media in pochi secondi. 

La risposta di Ryanair a questa azione non è stata altro che la pubblicazione di diverse giustificazioni sui social network. 

Giustificazioni che sono state considerate scuse e che non hanno placato gli utenti; le scuse pubbliche sarebbero state molto più efficaci. 

Queste situazioni sono solo esempi, ma dovrebbero servire non solo ad anticipare ma anche a gestire la nostra crisi reputazionale nel miglior modo possibile. 

Poiché le notizie e i commenti volano sui social media, correggerli in tempo può prevenire gravi danni alla reputazione.

Condividi:

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

it_ITItaliano
Immediatamente online

E scelga quali contenuti negativi vuole rimuovere

Aprire la chat
Ha bisogno di aiuto?
Ciao 👋
Come possiamo aiutarla?